Sabato

Ovvero, ultimo concerto del primo trimestre 2011, poi ci prendiamo una pausa (aprile: fermi, maggio: poco, l’estate è tutta da organizzare fra possibili tour, soste a tempo determinato, registrazioni, cavoli nostri). Quindi, penultima occasione di comprare al nostro banchetto Venti Anni di Gita Scolastica (del quale trovate un antipasto qui) e le poche, pochissime copie di Tutto Bano ancora in circolazione (forse, ma forse, ne avremo anche qualcuna in vinile), almeno per un po’.

E quando ci sarà tempo faremo un riassunto di questi mesi.

Tre di tre

Terzo sabato consecutivo di concerti, quello in arrivo: siamo al Loft51 di Piacenza, suoniamo nel tardo, tardissimo pomeriggio, anzi “all’aperitivo” (apertura 18.00, noi dovremmo cominciare verso le sette). Poi la serata continua con lazzi e dj. Potrebbe essere l’ultima esibizione prima di una (speriamo breve) pausa, e si tratta della prima sortita vicino a casa con il nuovo demo. Ci vediamo!

Siamo in gita

I dischi non sono ancora stati assemblati (= infilare Cd nella busta) ma possiamo dichiarare ufficialmente uscito VENTI ANNI DI GITA SCOLASTICA, che come dicevamo qualche giorno fa, non è il nostro nuovo disco. Domani partiamo a promuoverlo un po’ qua e un po’ là: si parte da Torino, United Club, in compagnia dei Cibo. Poi Pesaro, Dalla Cira, a seguire seratona con Dj Mirkopratik. Giovedì sarà la volta del Macondo di Senigallia, con Dj Minaccia ad aprire le danze. Venerdì Roma, con le Godog. Sabato Itri, e non siamo sicuri al 100% che sarà, come l’ultima volta al Museo del Brigantaggio – state sintonizzati e vi sapremo dire. Chiusura in bellezza domenica sera a Bologna, Scalo San Donato. Il nuovo quasi-disco di cui sopra sarà in vendita solo ed esclusivamente ai concerti (nei quali sfoggeremo nuove canzoni e nuovi strumenti), uomo avvisato.

E mercoledì date un’occhiata a Italian Embassy, esclusivista unico del singolo tratto dal demo.

Pronti partenza via, quasi.

In breve: il tipografo ha le copertine, i Cd sono arrivati, mancano solo una serata di imbustamento/imbollinamento selvaggio, un po’ di sana organizzazione (bloc notes con numeri di telefono e indirizzi + mappa stradale dell’Italia – non siamo tipi da navigatori o smartphone, ci perdiamo anche con quelli), un comunicato stampa decente, una mezz’ora di Photoshop per il manifesto ufficiale, e la Gita Scolastica parte sul serio, tournée e Cd. A prestissimo.

Più di un demo, meno di un disco

(Forse sapete già di cosa si tratta)

Venti anni di gita scolastica è meno di un disco: l’abbiamo registrato in una sera, reduci da pranzi pasquali e da uno spuntino a base di cinese d’asporto, improvvisando il novanta per cento dei pezzi al momento e arrangiandoli seduta stante, senza sovraincisioni, senza correzioni.

Ma Venti anni di gita scolastica è anche più di un semplice demo di roba registrata a caso, come facevamo da giovani: per immortalarlo siamo andati in studio e ci siamo fatti microfonare per bene. In più, visto quanto poco costa ormai stampare i dischi, ne abbiamo approntato una versione semiseria, con Cd di fabbrica (niente Cd-r) e bustina regolare. Però resterà un’edizione leggermente fuori dai canali ufficiali: si comprerà soltanto ai nostri concerti (vedi qui per il programma di gennaio, e non è detto che il 2011 non ci riveda in pista come ai vecchi tempi dopo un annetto di pausa) oppure tramite Le Arti Malandrine, l’etichetta che gentilmente ci dà una mano con la produzione esecutiva.

Restate sintonizzati, ché le novità non finiscono qui.