Bollettino di marzo 2015 e amenità assortite e HULLY GULLY

Dunque abbiamo concluso il primo giretto di presentazione di Crudité (non essendo un gruppo serio di quelli che suonano sempre non parleremmo di tournée, tutto sommato). È andato tutto molto bene, ci siamo divertiti, abbiamo condiviso il palco e la tavola con amici vecchi e nuovi. Li ringraziamo tutti: Lele per l’organizzazione e l’ospitalità e la sagacia nel trovare la strada di casa dopo il concerto, i ragazzi del LiNC e i loro brindisi obbligatori a base di rum e caffè cubano; Pietro nostro anfitrione a Como (Cantù) e Danilo e gli altri ragazzi che hanno organizzato la serata al laghetto, e i Leeches e gli Animal Boy che l’hanno animata; la compa della BloodySound e del Dong a Recanati: sempre cari; Milvio e l’XM24 tutto che ormai tornarci è come essere a casa e speriamo che la registrazione del concerto sia venuta bene così stampiamo il triplo vinile live. Daje Sor Braciola.

Grazie a chi è venuto a sentirci, a ballare e ad applaudire, ma grazie davvero.

Il prossimo concerto è a Piacenza, al Baciccia. Per l’occasione vi chiederemmo una cosa: imparate l’Hully Gully e ballatecelo tutti insieme durante qualche pezzo. Dai, è facile.

Ciao mamma, vado via qualche giorno

xm_feb_15

Bollettino di fine 2014: Crudité e altre robe

La copertina l’abbiamo già diffusa, e con essa un pezzo in anteprima, che non è esattamente “il singolo”. Lo potete ascoltare qui oppure qui. Le copie dovrebbero essere pronte a inizio gennaio, l’uscita ufficiale dell’album è fissata per il 28/01 (ma non è detto che non succeda qualcosa prima, nel senso di anteprime, promozioni, prevendite, sorprese). È stato un disco strano rispetto al solito perché 1) l’abbiamo registrato in 8-10 giorni, ma distribuiti nell’arco di 7 mesi, da aprile a novembre 2014; 2) per la prima volta abbiamo registrato, sovrainciso e mixato tutto nello stesso posto, senza studio mobile – ma sempre con il Magister ai controlli, anzi, stavolta alla produzione tout court, coadiuvato da Fabio Trai; 3) non contiene riempitivi, sono pochi pezzi ma ben ponderati; 4) contiene un pezzo lunghissimo, “Voglio il frigo”, che dura quasi quattordici minuti.

Come al solito sarà co-prodotto da una cordata di etichette: Wallace Records, Tafuzzy, V4V, From Scratch, Big Caviglia, Samoan, Noiseville, Fallodischi, Le Arti Malandrine, Torino Local Scene. Come al solito andremo un po’ in giro a pubblicizzarlo, a partire da fine gennaio. Ma di questo parliamo poi.

Per ora vi invitiamo a venire a Lodi giovedì sera per quello che ormai è diventato il classico appuntamento di Natale, dal vivo al Linificio CLAM. Buone feste.

Domani

Domani si riparte, è un anno che non andiamo in giro come si deve, vi aspettiamo. Abbiamo i pezzi del disco che uscirà a fine 2014 o a inizio 2015, avremo pezzi nuovi (che nei soundcheck nascono sempre), avremo i pezzi vecchi. Evviva.

Domani si riparte da Carpi:

Marzo pazzerello

volantinoXM14_webAndiamo un po’ in giro a suonare, a zonzo per la Francia e per la Liguria. Tornati a casa prepariamo il disco nuovo – stiamo facendo le prove, abbiamo una decina di pezzi, ce la prenderemo comoda, si comincia probabilmente in aprile e si finisce non prima di settembre – e recuperiamo i concerti persi (Piacenza, Torino) e ne mettiamo in piedi qualcun altro, ma non aspettatevi troppo, il 2014 sarà un anno di cova del prossimo album.

E ricordate che è uscita la ristampa di A TAVOLA CON IL PRINCIPE, la trovate qui.

Di ritorno

La premessa è che cercheremo di usare un po’ più spesso questo sito/blog. Ci siamo impigriti e lasciati sedurre dalla velocità e dagli automatismi di Facebook, e questo non è bello – specie da quando Facebook chiede soldi in cambio della garanzia che tutti i tuoi “apprezzatori” leggano quello che scrivi. Quindi, due parole sull’ultimo minitour le scriviamo qui, non là.

Intanto è andato tutto bene, i concerti, le trasferte, il caldo, il freddo la pioggia. Grazie a Lele Smartz & soci che ci hanno aperto le porte della Cantina, grazie a chi ha avvertito che intorno era pieno di posti di blocco; grazie a Corrado e allo staff di Skin Fantasies che ci hanno custodito parte della strumentazione prima che partissimo a Venezia; grazie a Diego, Francesca, Capitan Harlock e la banda del Morion, che ci hanno aiutato ad asciugarci (con la stufetta e con le felpe) dopo la traversata lagunare sotto un acquazzone allucinante – grazie anche a Andrea che ci ha portato una tuta in più, sempre per non morire di umido; grazie ai ragazzi del Bruno per l’accoglienza e l’ospitalità, e speriamo che non passino altri cinque anni prima di tornare.

Più di tutti dobbiamo ringraziare Paolo che ci ha scarrozzati in giro e sopportati nelle situazioni più grottesche.

Domani Halloween, poi se tutto va come vorremmo sarà un inverno discograficamente scoppiettante.

Cosa facciamo da qui a fine mese

Un po’ siamo in vacanza, un po’ suoniamo.

Per esempio: ieri sera siamo stati in saletta per la seconda volta in dieci giorni, mai successo a memoria d’uomo. L’idea è quella di registrare un disco quest’autunno, per ora stiamo discutendo il come e il dove.

Poi, sabato sera C’era una volta ai Bastianelli. Suoniamo da Zab a Monzambano, letteralmente da lui nella sua cucina, quindi è una cosa un po’ privata. Per info 1) cercate l’evento su Facebook, se usate Facebook; 2) scriveteci una mail a anthonyvangon chiocciola yahoo punto it. L’orario è undici/undici e mezza, prima di noi mezzanottEunminuto, dopo dj set a palla.

Giovedì 18 invece apriamo la serata del Balla coi cinghiali, “come a Woodstock ma si mangia meglio”. Probabilmente batteremo il record di palco più grosso sui cui abbiamo mai messo piede, l’orario è otto/otto e mezza, i dettagli tutti qui.

Dulcis in fundo, sabato 27, Gioasteka, una gara di ruote in discesa in Svizzera. Anche qui, link, e qualche info la settimana prossima.

Menu dei concerti, una saporita zuppa di classici e cose recenti, più una spolverata di novità. Abbiamo una dozzina abbondante di pezzi nuovi e cercheremo di distribuirli tutti qui e là. Oplà.

Siamo in gita

I dischi non sono ancora stati assemblati (= infilare Cd nella busta) ma possiamo dichiarare ufficialmente uscito VENTI ANNI DI GITA SCOLASTICA, che come dicevamo qualche giorno fa, non è il nostro nuovo disco. Domani partiamo a promuoverlo un po’ qua e un po’ là: si parte da Torino, United Club, in compagnia dei Cibo. Poi Pesaro, Dalla Cira, a seguire seratona con Dj Mirkopratik. Giovedì sarà la volta del Macondo di Senigallia, con Dj Minaccia ad aprire le danze. Venerdì Roma, con le Godog. Sabato Itri, e non siamo sicuri al 100% che sarà, come l’ultima volta al Museo del Brigantaggio – state sintonizzati e vi sapremo dire. Chiusura in bellezza domenica sera a Bologna, Scalo San Donato. Il nuovo quasi-disco di cui sopra sarà in vendita solo ed esclusivamente ai concerti (nei quali sfoggeremo nuove canzoni e nuovi strumenti), uomo avvisato.

E mercoledì date un’occhiata a Italian Embassy, esclusivista unico del singolo tratto dal demo.