Sazi

…di amici, facce vecchie e nuove, e di concerti. Sono stati tre giorni lunghissimi, forse anche perché abbiamo dormito poco e i trasferimenti da una tappa all’altra non erano così lunghi da farci perdere davvero tempo in macchina. È andato tutto benissimo, a Senigallia il solito ‘delirio da primo concerto del giro’, complici Dooxie e Detroit Mafia che han messo i dischi prima e dopo dandoci una scusa per bere (prima) e ballare (dopo). Grazie a Mattia che come al solito è stato un fonico-e-organizzatore efficientissimo, grazie agli esagitati delle prime file, è sempre come stare a casa, lo sapete, eccetera.

Il secondo dei Tafuzzy Days è stato ugualmente piacevole ma funestato dall’apparizione dell’esagitato Confinante in Canottiera Arancione, il quale ci ha detto che QUESTA NON È MUSICA È BACCANO e VOI MI AVETE ROTTO I COGLIONI CON LA VOSTRA MUSICA DI MERDA e QUALIFICATEVI COME MUSICISTI e AH, QUESTO È SAMBA? E TU SEI MAI STATO IN BRASILE? e altre perle che al momento non ricordo, ma a parte farci ridere ha imposto orari serrati alla scaletta, abbiamo suonato mezz’ora ma è stata una mezz’ora intensa come poche. Grazie comunque a tutti i tafuzzyani, specialmente a Davide e a Bart che ha ospitato parte della nostra ciurma (e sopportato le urla belluine che il canottierato di cui sopra sparava a un centimetro dal suo naso: un santo).

Poi è stata Pesaro, la spiaggia, la batteria montata sul pattino, un’ora e mezza di concerto rilassatissimo in cui siamo riusciti senza patemi a suonare tanti pezzi nuovi, tanti pezzi vecchi, un paio di canzoni con i fratelli Camillas (a proposito: Lisa Camillas è bellissima), più altre cazzate estemporanee fra Grignani e Santana. Meglio di così non si poteva chiudere, e per questo dobbiamo ringraziare tutta la banda dei Bagni E15a- anche e soprattutto per averci riforniti della ventina abbondante di bicchieri di birra che abbiamo bevuto durante la performance.

Presto tante foto.

E per quest’estate è tutto, sullo schifo di Myspace linkato qui a destra trovate in ascolto il demo di “Voglio Gatto Panceri” che compare sulla compilation Tafuzzy Days 2008, il resto del proverbiale “Materiale Nuovo” langue su un hard disk in attesa di essere completato, ma mi sa che prima dell’autunno inoltrato non ci metteremo mano. Anche con i concerti, pausa.

Perciò a presto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...