Per esempio, i Kokoro Mayikibo suonano una specie di new-wave un po’ sbilanciata sul white funk, come dei piccoli Talking Heads belli energici e un cantato poco smorfioso e molto deciso (smetto con le pippe tipo "altre influenze", ché non sono un critico né un recensore). Il ink del loro sito è lì a fianco, ci potete scarcare aggratise il loro ultimo demo (del 2004). Vengono da casa Ebriarecords e sono uno dei quattro magnifici gruppi che vi intratterranno piacevolmente sabato 19 febbraio al CSOA Garibaldi. Ascoltateli o vergognatevi di voi stessi.

3 pensieri riguardo “

  1. davvero bravi i KOKORO MAYKIBO

    sembra il nome di un mangime per criceti…ma ch bravi…

    grandi!! ci si vede allora sabato..

  2. temo che… come da previo (si scrive cosi?? hi hi hi) accordo tra me e il signor Kacishi (la parte giapponese di Scisci) verrò a Malanno in macchina con voi due nel primo pomeriggio… il viaggio prevede degustazione di ottimi panini con salame e vino e grappa (stavolta provvedo io, visto gli ultimi manicaretti che mi avete offerto!!)… per essere sempre i primi della lista!! e spero anche altre primizie Olandesi… i know man… i know… hi hi hi…

    AAA domandina… sai se il Garibba è vicino allo Smeraldo?? che devo andare a ritirare dei biglietti per uno spettacolo in memoria di Moana Pozzi…

    e ora mi ascolto un po’ di Nasum e di Crude… e provo a girare la testa vorticosamente… il dottor Pira me lo ha prescritto come cura.

    Che dirvi di più..
    baci (pochi) e abbracci (tanti) 🙂

    Dem

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...