LIGURIA TRIP – SECONDA PARTE


Dopo i cani e quattro palleggi nel cortile del Pinelli, si parte. Genova: otto euro di focaccia (ottima) e pizza (orrenda) mangiati per strada, quattro passi in centro, e un bel pranzo in trattoria in un posto nei dintorni della stazione dei treni di Brignole. Ottima farinata, zuppa di verdure ben cucinata (un toccasana dopo il freddo della sera prima), fritto di pesce leggero leggero, polipo con polpette delicatissimo. Un litro di vino, uno d’acqua, quindici euro a cranio, puliti puliti. Se ricordassi il nome del posto ve lo consiglierei, se mai scrivete una mail per informazioni più precise.


A panza piena ci fermiamo ad Albisola, arriviamo alla spiaggia quando il sole è ormai basso e ci concediamo una… sigaretta in compagnia. E poi, via verso Imperia.


(in realtà non era Imperia, era Cervo, a una dozzina di Km da IM – non me ne sono neanche accorto perché ho dormito fino a quando non siamo usciti dal casello).


Il Babilonia di Imp… di Cervo è un posto ottimo. Intanto non ha la pretesa di chiamarsi “Centro Sociale”, ma “Spazio Autogestito”, il che sembrerà una sottigliezza ma fa molta differenza. E poi, è piccolo, ben tenuto, pulito, molto organizzato. Beck, il padrone di casa, è simpaticissimo (ciao Beck) e la cucina è ottima: pasta con i peperoni, crocchette di verdure, frittata alle erbe, insalata, e panettone per tutti! Tanto per mantenere alto il livello gastronomico del tour.


Prima di noi suonano tali Alterea, indicati dal manifesto come band “emorock”, in realtà quartetto di Grunge a tutti gli effetti – cover di Nirvana e Faith no More incorporate. Non sono antipatici, quindi non me la prenderò con loro, però non ci sono piaciuti proprio nemmeno un po’. Per fortuna, almeno loro non se ne sono andati quando abbiamo cominciato a suonare, garantendoci assieme agli amici e a qualche presente un discreto pubblico. Dopo l’inferno acustico della sera prima suonare con un buon soundcheck e un bel volume è stata una liberazione. Abbiamo fatto anche i cori e le armonie vocali (per lo meno ci abbiamo provato, dato che nessuno di noialtri tre è in grado di raggiungere le note acute da gaio di cui è capace Cristio). Uoh oh oh oh.


Buona serata, siamo piaciuti – nonostante non ci conoscesse nessuno – e abbiamo venduto un po’ di Cd. Poi nanna nel Babilonia (un po’ impolverati ma comodi, i divani!), risveglio col sole e partita di calcio femminile a fianco, domenica. Pranzo ancora in trattoria (avrete capito che l’unico motivo per cui andiamo in giro a suonare è mangiare bene), tra trenette al pesto e sogliola, passeggiata sul lungomare – CON DICIOTTO GRADI AL SOLE! SENZA GIACCA! – e ritorno sonnacchioso à la maison.


Ottima vacanza.

Annunci

2 pensieri riguardo “

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...